Pellegrino, è podio azzurro Beffa finale nel Tour de Ski

Federico Pellegrino
Federico Pellegrino
02.01.2019

È ancora Johannes Klaebo ad impedire a Federico Pellegrino di vincere la sprint in tecnica libera di Val Mustair, in Svizzera, nella terza tappa (sulle sette in programnma) del Tour de Ski. Il norvegese, che all’inizio di dicembre si era imposto a Davos e pure nella tappa inaugurale di Dobbiaco aveva messo i suoi sci davanti a tutti, ha approfittato di un contatto sulla salita conclusiva fra il campione valdostano e il russo Sergei Ustiugov (terzo al traguardo), con quest’ultimo che ha danneggiato la papera di Pellegrino, impossibilitato a spingere al massimo delle proprie forze nel momento in cui Klaebo si involava verso il traguardo. Federico ha limitato i danni con un importante secondo posto che gli vale il ventitreesimo podio della carriera in Coppa del mondo, mentre Klaebo balza in vetta alla graduatoria. «Sono arrabbiato perchè volevo vincere e potevo farlo», racconta il vice campione olimpico della specialità, «però in cima all’ultima salita dove ero posizionato perfettamente, mi sono toccato con Ustiugov che mi ha staccato la papera, così durante l’ultimo scollinamento il bastone si infilava nella neve e non era più possibile attaccare Klaebo. Senza questo intoppo avrei potuto dire la mia, perchè sia nei quarti che in semifinale avevo dimostrato di stare bene» spiega Pellegrino che poi annuncia: «Adesso mi fermo qui, con i problemi alla schiena non voglio rischiare». La classifica di specialità dopo cinque delle dodici prove in programma vede al comando Klaebo con 304 punti davanti a Pellegrino con 237 e Brandsdal con 183. •