SuperFede regina ai Settecolli
Bene Detti, Martinenghi show

Federica Pellegrini
Federica Pellegrini (BATCH)
24.06.2017

La regina di Roma è sempre lei, nella sua gara, i 200 stile. Agli Internazionali di nuoto Settecolli, la bracciata vincente è ancora di Federica Pellegrini, che con il tempo di 1“56“16 vince la finale davanti alla svedese Coleman e all’olandese Hemskeerk. Non l’eccezionale 1’54“55 della scorsa edizione (record del Trofeo romano), ma una buona prova generale con i mondiali di Budapest alle porte e il carico di lavoro sulle spalle. Oggi si cimenterà sui 100, anche se la Divina stessa tiene a precisare che «saranno più un divertimento». La palma d’oro di giornata spetta invece al giovanissimo, classe ’99, Nicolò Martinenghi, che arrendendosi soltanto al campione olimpico Adam Peaty, con il tempo di 59“31 ha stabilito il record italiano nei 100 rana, un primato che resisteva dai mondiali 2011 di Shanghai e che apparteneva a Fabio Scozzoli: «Questa piscina è da grandi emozioni», le parole di Martinenghi, « tutti ce la invidiano, può dare tantissimo».

Nella sua gara preferita, i 400 stile, Gabriele Detti si è arreso soltanto al sudcoreano Park, oro olimpico di specialità a Pechino 2008 e argento a Londra 2012, ma soprattutto precedendo il campione olimpico di Rio 2016, Mckenzie Horton.

E oggi fari puntati sui 1500 dove il livornese si prepara a sfidare il campione olimpico Gregorio Paltrinieri: «Mi sono divertito tanto, mi manca solo quel cambio di ritmo che dovrei avere il mese prossimo, per Budapest sono molto fiducioso. Nei 1500 proviamo a farvi divertire, c’è anche Horton, sarà molto bello» Paltrinieri aggiunge: «Il record me lo sento da anni».