Il premio allenatori s’incendia
Scintille tra Fede e Paltrinieri

La Pellegrini dopo l’oro mondiale
La Pellegrini dopo l’oro mondiale (BATCH)
10.10.2017

Sono scintille tra due big del nuoto italiano, Federica Pellegrini e Gregorio Paltrinieri. Una querelle iniziata con l’assegnazione, per il quarto anno consecutivo, del Premio Castagnetti a Stefano Morini, tecnico del campione carpigiano e di Gabriele Detti. Una decisione che non è andata giù alla veneta. La Divina avrebbe voluto vedere premiato il suo allenatore, Matteo Giunta. E così si è sfogata sui social: «Ho vinto l’unico oro che mi mancava nei 200 stile ai Mondiali di vasca corta e ho vinto dopo 6 anni il mio terzo oro nei 200 stile ai Mondiali di Budapest a 29 anni!! 2 ori mondiali nello stesso anno con lo stesso atleta mi dispiace ma quest’anno non le ha vinte nessuno!! Ora abbiamo la certezza di come funzionano queste votazioni!! Va bene ci sta!! Ma per me e per il tuo gruppo sei tu l’allenatore dell’anno!! Complimenti Matte!». Parole che Paltrinieri non ha digerito e che il campione olimpico e mondiale in carica dei 1500 ha commentato in un’intervista da Melbourne dove si è trasferito per gli allenamenti. «Ho trovato le parole di Federica poco rispettose nei confronti del Moro e di chi ha vinto con lui. È un premio federale, non l’Oscar. Quando ho letto lo sfogo di Federica non ci volevo credere, voglio ricordale che siamo compagni di nazionale, siamo gente che si ammazza di fatica per raggiungere obiettivi importanti, nuotiamo tutti nella stessa direzione». Una risposta che ha scatenato la Pellegrini che ha controreplicato con due tweet di fuoco: «Mancare di rispetto vuol dire insultare ...e qualcuno verrà querelato per questo..io».