Corri per il S. Bortolo compie un anno

Il gruppo dei partecipanti
Il gruppo dei partecipanti (BATCH)
04.07.2017

Era martedì 5 luglio 2016 quando, su iniziativa dell’Ulss 6 (ora 8 ABerica, ndr) ed Atletica Vicentina Run Bisson Auto, supportati da Cemes, Puro Sport, Diadora, il Giornale di Vicenza, TVA, Pasticceria Bolzani e Bar Eclisse, partiva il progetto “Corri per Vicenza e per la Fondazione San Bortolo”, un ritrovo settimanale aperto liberamente a tutti i podisti.

Da allora il numero di partecipanti è costantemente aumentato ed ogni martedì le strade della città e della prima periferia sono invase da oltre 200 tra podisti e camminatori. Con ritrovo alle 19,45 in via Framarin, lato park Teatro Nuovo si formano vari gruppi: camminatori, “corri e cammina” fino ai più competitivi che adottano un ritmo di 4’30” al chilometro. I drappelli che si formano sono guidati da pacer volontari, esperti della corsa appartenenti a varie società cittadine. L’unico invito rivolto ai partecipanti è il versamento di 1 euro a favore della Fondazione San Bortolo; la cifra finora raccolta in un anno ammonta a quasi 5.000 euro, tenendo anche conto di una serata speciale nell’agosto scorso a favore delle popolazione terremotate del Centro Italia.

Oggi, in occasione del primo anno di attività, vi sarà una celebrazione ufficiale per la ricorrenza. Al punto di ritrovo di via Framarin, alle 19.45 circa, interverranno rappresentanti del Comune di Vicenza, dell’ULSS, della Fondazione San Bortolo, di Atletica Vicentina ed i partner dell’iniziativa. Diadora sarà presente con l’ex campione azzurro di maratona Salvatore Bettiol. Si spera nella possibilità che possa prendervi parte anche Gelindo Bordin, padrino delle ultime edizioni di StrAVicenza e della Mezza Maratona berica, in programma il 24 settembre con la nuova denominazione “StrAVicenza 21”.

A seguire la partenza di tutti i gruppi, assieme alle personalità intervenute, con destinazione piazza dei Signori, dove verranno scattate delle fotografie ricordo con lo sfondo della Basilica palladiana, raffigurata anche nel logo dell’iniziativa.