Nuoto Ceccon stravince il titolo nazionale nei 200 mistiNuoto | Nuoto

Ceccon stravince il titolo nazionale nei 200 misti

Thomas Ceccon in posa con la medaglia d’oro assieme al proprio entourage al termine della gara
Thomas Ceccon in posa con la medaglia d’oro assieme al proprio entourage al termine della gara (BATCH)
04.12.2017

Antonio Simeone RICCIONE Spaventoso. Thomas Ceccon conquista a 16 anni il suo primo titolo tricolore assoluto trionfando nei 200 misti ai campionati italiani in vasca corta di Riccione. Nessun nuotatore vicentino era mai salito sul gradino più alto del podio e anche per questo la sua impresa ha già qualcosa di leggendario. Una gara fantastica quella del fenomeno di Magrè nato e cresciuto alla Leosport Creazzo, sua attuale società. Ai blocchi di partenza, accanto a Ceccon, ci sono i big del nuoto azzurro, su tutti il diciannovenne goriziano Lorenzo Glessi, e il trentenne livornese Federico Turrrini, padrone della specialità negli ultimi dieci anni. Si parte con la frazione a farfalla dove il genovese Alberto Razzetti è il più veloce in 24”85, davanti a Glessi (25”03) e quindi a Ceccon e Claudio Fossi terzi in 25”23. Thomas cambia marcia nel dorso, la seconda frazione, dove si porta al comando in 26”68 andando a virare a metà gara con più di un secondo di vantaggio su Glessi e Turrini. Il vicentino è sorprendente nella rana dove è il migliore in 33”61. Il suo vantaggio su Glessi aumenta a un secondo e mezzo e il favoritissimo Turrini è in grande affanno. Nell’ultima frazione a stile, quella preferita da Glessi che prova a scatenarsi, Ceccon controlla senza affanni il ritorno del rivale e va a vincere in 1’55”14, suo nuovo primato personale e seconda prestazione italiana di tutti i tempi dopo il primato nazionale di Turrini. Luca Sacchi che commenta per Rai Sport non ha parole: «Siamo di fronte al più grande talento del nuoto italiano degli ultimi vent’anni». L’applauso ammirato di tutto lo stadio del nuoto di Riccione accompagna il finale trionfale del vicentino. Thomas tocca quasi in scioltezza per primo. Si guarda intorno, si toglie la cuffia e nemmeno esulta. Sembra quasi una delle innumerevoli gare regionali da lui vinte fin dalla categoria Esordienti. Gli Assoluti in vasca corta di Riccione segnano inoltre il ritiro del grande Filippo Magnini, che ne dà l’annuncio subito dopo aver conquistato la medaglia di bronzo nei 200 stile libero. Ma sicuramente anche la definitiva nascita di una stella vicentina destinata a brillare a lungo. L’oro dei due misti fa passare in secondo piano i risultati ottenuti da Ceccon nella prima giornata. Il quinto posto nei 100 dorso in 51”80 a sei decimi dal podio nella gara vinta da Simone Sabbioni (Esercito) in 49”96, nuovo record italiano, e il sesto posto nei 100 misti con il nuovo record personale di 54”23 anche qui in una gara di altissimo livello caratterizzata dal nuovo record italiano stabilito da Marco Orsi delle Fiamme oro Roma con il tempo di 52”12. La stagione è solamente all’inizio, e di questo passo ne vedremo sicuramente delle belle. • © RIPRODUZIONE RISERVATA