Ceccon, ora sono bracciate da vip

Il sedicenne vicentino Thomas Ceccon: a Genova ha dominato i 200 misti con il crono di 1“5575
Il sedicenne vicentino Thomas Ceccon: a Genova ha dominato i 200 misti con il crono di 1“5575
Antonio Simeone14.11.2017

Federica Pellegrini, Filippo Magnini, ma non solo. Al Trofeo internazionale Nico Sapio, a Genova ha brillato anche una nuova stella. Una stella vicentina. I risultati di Thomas Ceccon non potevano passare inosservati anche a livello nazionale.

Risultati di livello assoluto, non più solo giovanile, che hanno ulteriormente impressionato tutti gli addetti ai lavori presenti venerdi e sabato scorsi a Genova, nel bellissimo impianto della Sciorba.

Il secondo posto nei 100 dorso, nella prima giornata, in 51”7 alle spalle del nmero 1 italiano della specialità, Simone Sabbioni, e , soprattutto, la grande vittoria nei 200 misti, nella seconda giornata, con il nuovo primato personale, 1'55”75 e nuovo record della manifestazione che cancella quello precedente del mitico campione ungherese Laszlo Cseh.

Tanta roba davvero. Tutto su un palcoscenico di assoluto prestigio come il Trofeo Nico Sapio che vedeva la presenza di 1500 atleti fra cui molti big azzurri, Pellegrini e Magnini su tutti, e di una settantina di stranieri provenienti da Bielorussia, Brasile, Svizzera, Germania, Messico, Olanda, Usa e Kwait.

Thomas Ceccon, nonostante i suoi 16 anni, è ormai abituato ai complimenti e alle passerelle importanti, e non si scompone più di tanto, ma forse nemmeno lui pensava di poter gareggiare a questi livelli in questo inizio di stagione..

«Beh, un inizio così me lo aspettavo e non me lo aspettavo – spiega il campione della Leosport – me lo aspettavo perchè ho aumentato il carico di lavoro in acqua e in palestra e più lavori più vai distante. Non me lo aspettavo perchè a inizio stagione non si va mai tanto forte visto che si è all'inizio degli allenamenti e che il lavoro è ancora poco rispetto a quello che si fa a fine anno».

Alla luce dei risultati di Genova, cambiano anche i suoi obiettivi a breve, medi e lungo termine?

«A breve il mio obiettivo è far bene agli Assoluti in vasca corta per provare a qualificarmi e andare agli Europei sempre in vasca corta. Poi una tappa molto importante per me saranno gli Assoluti in vasca lunga anche qui per provare a qualificarmi agli Eurpei in vasca lunga. A lungo termine? Le Olimpiadi di Tokyo. Anche se sembrano lontane in realtà sono vicine...».

La scelta di andare a Verona al centro federale con il suo allenatore sta già dando buoni frutti pare..

«Direi che essersi spostati a Verona per ora è un successo. Speriamo anche in futuro».