Hockey pista Faizanè, arriva la seconda sconfitta consecutivaHockey pista | Hockey pista

Faizanè, arriva la seconda sconfitta consecutiva

Il tecnico Mir
Il tecnico Mir
Roberto Farina 22.04.2018

Niente da fare anche in gara-2 di semifinale play off per un Breganze che a Forte Marmi ha forse smarrito la via che porta alla finale per il titolo. E così arriva la seconda sconfitta consecutiva (4-1) dopo il 6-5 di martedì, e sogni di gloria quasi addio. Anche se restano tre gare, il 3, il 5 e l’8 maggio. Ma sono altrettanti match point per i toscani. Il Faizanè Lanaro ha trovato sulla sua strada un breganzese, guarda caso, che risponde al nome di Riccardo Gnata, un portiere super nell’occasione, il protagonista primo della sfida. Decisivo in molte circostanze. Ma è pur vero che i rossoneri, che dovevano ritrovare se stessi, non ci sono riusciti, facilitando con ciò le manovre dei un Forte Marmi oggettivamente più spigliato e in forma. Il quintetto di Mir al tiro è andato parecchio, ma mai con la determinazione e la precisione vista molte altre volte in precedenza. La gara si è messo presto bene per i padroni di casa. Torner colpisce di controbalzo Sgaria al 10’; raddoppia Tonchi De Oro che ruba palla sulla trequarti e infila il portiere rossonero in uscita, e siamo al 16’; terzo gol toscano al 17’ ad opera di Motaran, sugli sviluppi di un tiro da fermo, la sua classica sassata rasoterra. Sul 3-0 si va al riposo, ma nella ripresa la musica non cambia. Ambrosio accorcia sulla ribattuta di un rigore al 4’, ma quando potevano riprendere fiato le speranze del Breganze ci ha pensato Pagnini a fare secco per la quarta volta Sgaria al 9’, al termine di un a discesa sulla destra. Molte le punizioni parate dai due portieri. Il Faizanè Lanaro he si è trovato quindi sempre ad inseguire, ma stavolta non ha trovato la rimonta che gli era riuscita in casa. Lascia il Forte in una posizione di evidente favore per la finalissima e sarà meglio che pensi subito a come affrontare la Final Four di Coppa Cers che lo vedrà impegnato sabato e domenica a Lleida nei pressi di Barcellona. Nella speranza che il morale non ne abbia risentito. Sarebbe un vero peccato, perché nella Cers ha sempre vinto e si presenta con credenziali di tutto rispetto in terra iberica. • © RIPRODUZIONE RISERVATA