Breganze gira la rosa Ritorna Texeido Via Cacau e Gimenez

Teixido esulta dopo un gol con la maglia del Breganze: per lui è un ritorno. Gimenez (di spalle) se ne andràCacau cambierà casacca
Teixido esulta dopo un gol con la maglia del Breganze: per lui è un ritorno. Gimenez (di spalle) se ne andràCacau cambierà casacca
Roberto Farina 10.05.2018

Roberto Farina BREGANZE Quattro campioni in rossonero fanno le valige: Ambrosio e Platero vanno al Forte dei Marmi; il carioca Cacau non si ancora dove; Alvaro Gimenez torna in Spagna, si parla della catalana Caldes. E altri quattro giocatori di vaglia arrivano alla corte dei Faizanè Lanaro Breganze per la stagione entrante e sostituire le partenze Dalla penisola iberica giungono Gerard Teixidò, un gradito ritorno, già apprezzato un paio di stagioni fa al Palaferrarin, ed Eloj Mitjans. Dal Follonica passa in maglia rossonera un bomber come Lucas Martinez, origini argentine con passaporto spagnolo. E infine scende a Breganze Guido Sgaria, fratello del portiere Bruno, un giovane che s’è fatto le ossa la scorsa stagione a Lleida, la società catalana che ha ospitato la recente Final Four di Coppa Cers, vincendola, ed eliminando il Faizanè Lanaro in semifinale. Non si sa se la campagna acquisti del team presieduto da Antonello Turle sia finita, dacchè qualcuno ha fatto pure i nomi dell’attaccante viareggino (ed ex) Romeo D’Anna, del toscano Muglia e infine di Maremmani, un giovane più che promettente in forza al Forte Marmi. Si vedrà. Due parole sulla stagione appena conclusa dal Breganze. E’ andata meglio delle precedenti: terzo posto nel massimo torneo, semifinale in campionato, pur se rossoneri battuti in sole tre gare consecutive dal Forte, e semifinale in Coppa Cers, sconfitta ai supplementari. Ma i trofei hanno arricchito le bacheche di altri, il cruccio resta. Il pensierino di conquistarne almeno uno era aleggiato tra dirigenza e tifosi, con una squadra dalle grandi potenzialità. Forse hanno nuociuto una partenza così così e l’infortunio iniziale che ha tenuto ai bordi Federico Ambrosio, con un bilancio di 44 reti all’attivo, tuttavia, alla fine, in campionato. Qualche forza è mancata al momento topico. Ha certamente giovato l’arrivo in panca di Diego Mir, che è valso uno scatto in classifica (settimo posto all’andata, terzo al traguardo) e sul piano del gioco e dello spettacolo. Ecco i rinforzi per la prossima stagione. Gerard Teixidò, classe 1989, non lo si scopre ora: ottimo difensore al Breganze nel 2015/16, già capitano del Voltregà finalista nella Cers, capace di fermare gli avversari ma anche di segnare, assai abile dal dischetto. Eloj Mitjans, classe 1987, proviene dalla spagnola Vendrell, ma col Noia ha vinto una Cers nel 2014, proprio contro il Breganze. È un difensore di manovra e di qualità. Il terzo, Lucas Martinez, è forse il pezzo più pregiato: l’ha scoperto Franco Girardelli al Monza, prima che l’attaccante passasse al Follonica. Classe 1988, ha giocato anche in Francia e in Spagna. Stecca d’oro in Brianza con 56 reti, 43 lo scorso anno al Follonica, ha conquistato con i toscani la recente Coppa Italia. Guido Sgaria è oggettivamente il meno noto, ma ha solo 18 anni. Ha giocato a Bassano e in Spagna. Diego Mir s’è dichiarato d’accordo sugli acquisti (Martinez l’ha già allenato). La società comunica che mancano solo alcuni tasselli. Ambizioni, nonostante le delusioni, ne restano parecchie in casa rossonera: confermati Sgaria in porta, Cocco in cabina di regia e Dal Santo in terza linea. • © RIPRODUZIONE RISERVATA