Admiral al veleno Ma in casa del Forte ha le spalle al muro

Pallares è pronto al rientro per la bella di stasera a Forte. STELLA
Pallares è pronto al rientro per la bella di stasera a Forte. STELLA
Giannino Danieli 14.04.2018

Giannino Danieli VALDAGNO Incombe su gara3 dei play off (unico match dell’odierna giornata) quella che ha tutti i contorni di un intricato affaire targato Admiral. Ma andiamo per ordine dopo i fatti di fine gara2 in casa del Forte dei Marmi. Dopo il sorpasso (2-1) di Motaran a 10” dal termine in pista si sono riversati giocatori toscani e un meccanico. A termini di regolamento valeva un rosso e una punizione di prima per il Valdagno. Come mai nessuno dei tre arbitri ha notato l’irregolarità? I dirigenti dell’Admiral hanno fatto subito reclamo e il giorno successivo hanno spedito entro i termini il ricorso. Il Giudice Unico ha motivato il fatto dell’averlo respinto unicamente perché pervenuto fuori tempo, ma la pec spedita dai dirigenti biancocelesti lo negava. I dirigenti valdagnesi sono ritornati alla carica, ma hanno nuovamente ricevuto un no secco in quanto «in regime di playoff il ricorso doveva essere presentato la sera stessa di gara2». Come mai allora il Giudice Unico non ha inserito questa motivazione nella sua sentenza? Sembra una navigazione tra cavilli. C’è da chiedersi, su questi presupposti, che aria potrà tirare stasera alle ore 20.45, su gara3 al PalaForte (arbitrano Fronte e Iuorio). Nell’Admiral è annunciato il rientro di Pallares dopo l’infortunio. Quasi certo l’impiego di Romero, ma di sicuro non al massimo della condizione, dopo l’infortunio in gara2 che gli ha provocato una importante contrattura ed un’infiammazione che hanno necessitato di una specifica terapia. Questa gara3 è un quarto record. In 100 minuti sono stati segnati solo sei gol. Una volta è successo negli ultimi 15 anni di playoff, nella serie di semifinale di 3 anni fa tra Breganze e Viareggio, vinta da quest’ultima con soli 5 gol totali, 4 per Viareggio 1 per Breganze. Un quarto che le previsioni davano appannaggio del Forte dei Marmi, in due gare, dopo i successi in SuperCoppa e i secondi posti in Coppa Italia e regular season all’ultima giornata. Invece è stato merito dell’Admiral l’aver sovvertito il pronostico, vincendo Gara-1 per 2 a 1. Seppur le gare siano sempre state molto veloci e con tantissime occasioni da ambo i lati, è stata l’imprecisione dei due attacchi e una super forma dei due portieri a limitare il passivo in 100 minuti di hockey giocati a mille all’ora. Decisivi gli ultimi 50 minuti di questo braccio di ferro. Per l’Admiral significherebbe arrivare ad un obiettivo impensabile alla vigilia e per la B&B Service, invece, l’obiettivo minimo dopo una stagione di primo livello. • © RIPRODUZIONE RISERVATA