Francia Mondiale
vent'anni dopo
Croazia ko 4-2

Francia per la seconda volta Campione del Mondo
Francia per la seconda volta Campione del Mondo
 
15.07.2018

95' È finita! Vent’anni dopo, la Francia è campione del mondo! Gli uomini di Deschamps superano 4-2 la Croazia a Mosca e per la seconda nella loro storia (in entrambi i casi c’era Deschamps...) Alzano al cielo il trofeo più ambito e desiderato. Tantissime le emozioni, tra autogol (Mandzukic), rigori (segna Griezmann dopo utilizzo del Var), magie (Perisic, Pogba, Mbappè) e papere (Lloris e Subasic).

 

La partenza è croata, con i recuperati Perisic e Strinic a imperversare - senza particolari problemi per Lloris - dalle parti di Pavard; ma al primo tentativo, passa la Francia. Punizione di Griezmann, deviazione di Mandzukic in anticipo su Pogba e i Bleus sono avanti dopo 18 minuti, quasi senza accorgersene. La Francia potrebbe avere spazi ma la Croazia ha il merito di non scomporsi, trovando il pari dieci minuti dopo: Perisic evita Kantè e fa partire un gran diagonale di sinistro, imparabile per Lloris. Altri dieci minuti e altra svolta: su corner di Griezmann, Perisic tocca col braccio. Pitana non vede in diretta e si affida al Var (Irrati), assegnando un giusto penalty che Griezmann trasforma con freddezza, spiazzando il pararigori Subasic.

 

Si riparte con lo stesso copione. Rakitic innesca Rebic, Lloris in corner. Poi Varane e Lloris rischiano grosso, mentre Mbappè sfreccia su Vida: decisivo Subasic. Al 59’, dopo una pacifica invasione di campo, la Francia cala il tris: contropiede avviato e concluso da Pogba, con la decisiva collaborazione di Mbappè e Griezmann. Il sinistro dell’ex Juve beffa Subasic, apparso non impeccabile nella circostanza. Brozovic salva su Griezmann, ma ormai il Mondiale ha preso la strada per Parigi: Mbappè si mette in proprio, destro dal limite e 4-1, con Subasic ancora una volta colpevole. Lloris, forse "invidioso" del collega, la combina grossa: in versione Karius-Benzema, regala a Mandzukic un parziale riscatto a 22’ dal termine. Troppo tardi, nonostante un generoso assalto finale. Finisce il sogno croato, Francia sul tetto del mondo.

 

90' Ancora cinque minuti di recupero, poi sarà trionfo Francia

 

69' GOL CROAZIA! 4-2 Leggerezza del portiere francese Lloris con Mandzukic che ne approfitta e al 24' segna il gol del 4-2 che tiene accese le speranze della Croazia quando mancano venti minuti al termine della finale dei Mondiali.

 

65' GOL FRANCIA! 4-1 Ancora Francia in gol, e la nazionale di Deschamps è sul 4-1 sulla Croazia. Il gol al 20’ del secondo tempo di Mbappé, con un gran tiro da fuori.

 

59' GOL FRANCIA! 3-1 La Francia allunga sulla Croazia. Il gol del 3-1 è stato segnato da Pogba al 14’ del secondo tempo con un sinistro dal limite dell'area.

 

52' INVASIONE DI CAMPO. Invasione di campo pacifica, durante la finale della Coppa del mondo, tra Francia e Croazia, a Mosca. Al 7’ del secondo tempo quattro persone sono entrati in campo separatamente e sono stati immediatamente bloccati dalle forze dell’ordine. La partita si è bloccata per pochi istanti, poi l’arbitro ha fatto riprendere il gioco. Il gruppo delle "Pussy Riot" ha rivendicato l’invasione di campo.

 

45' FINE PRIMO TEMPO. È finito il primo tempo con la Francia avanti 2-1.

 

38' GOL FRANCIA! 2-1 Bleus di nuovo avanti grazie ad un calcio di rigore assegnato grazie alla Var. Griezmann ha segnato il gol del 2-1 dal dischetto, dopo un fallo di mano di Perisic per il quale l’arbitro argentino Pitana ha deciso di rivedere l’azione al video, per poi assegnare il penalty .

 

28' GOL CROAZIA! 1-1 Magia di Perisic e la Croazia al 28' pareggia. Gran controllo al limite dell'area del giocatore dell'Inter, palla sul sinistro e gran tiro ad incrociare che non lascia scampo a Lloris: 1-1

 

18' GOL FRANCIA! 1-0 Si sblocca la finale dei Mondiali. Francia avanti al 18' minuto del primo tempo grazie ad una sfortunata deviazione di Mandzukic sulla punizione di Griezmann. 

 

1' È iniziata la finale dei Mondiali di Russia 2018 tra Francia e Croazia. Nessuna sorpresa relativamente alle formazioni. Tra i Bleus il tecnico Didier Deschamps conferma tutti, schierando davanti a Lloris la difesa a 4 con Pavard, Umtiti, Varane ed Hernandez, poi i due mediani Pogba e Kantè e il tridente Mbappè-Griezmann-Matuidi alle spalle del "centravanti-boa" Giroud.

Nella Croazia il ct Dalic conferma la formazione che aveva iniziato la semifinale contro l’Inghilterra, con Brozovic a centrocampo e l’attaccante Kramaric in panchina. In campo anche l’altro interista Perisic, sulle cui condizioni fisiche c’era qualche dubbio. Croazia quindi con Subasic, Vrsaljko, Lovren, Vida, Strinic, Rakitic, Brozovic, Rebic, Modric, Perisic, Mandzukic.

 

 

MOSCA (Russia). «Siamo orgogliosi di quello che siamo riusciti a realizzare per gli amanti di questo meraviglioso sport». Così Vladimir Putin si congeda, insieme con tutta la Russia, dal Mondiale a poche ore dalla finale Francia-Croazia. Durante la cerimonia di passaggio al Qatar, che ospiterà i Mondiali nel 2022, lo zar ha detto che la Russia condividerà con Doha «l’esperienza accumulata durante l’organizzazione dei Mondiali» e che anche il prossimo torneo «si manterrà su un livello altrettanto alto».

 

IL PRESIDENTE FRANCESE. Un solo messaggio per l’Equipe de France: «Allez les Bleus!», forza Bleus: a poche ore dalla finale tra Francia e Croazia alla Coppa del Mondo di calcio di Russia 2018, il presidente francese, Emmanuel Macron, ha postato un video di lui con un gruppo di tifosi, tra cui tanti giovanissimi in cui grida: «3,2,1...Allez les Bleus!», forza Bleus. Un messaggio rilanciato migliaia di volte sui social network. Dopo un incontro con il presidente russo Vladimir Putin al Cremlino, Macron è atteso allo stadio di Mosca per assistere personalmente alla sfida finale con i croati.

 

LA PRESIDENTE CROATA.  La presidente croata Kolinda Grabar- Kitarovic si è detta fiduciosa su una vittoria della nazionale a scacchi nella finale dei mondiali di calcio oggi pomeriggio a Mosca contro la Francia. Parlando con i giornalisti stamane all’aeroporto di Zagabria alla partenza per la capitale russa dove allo stadio Luzhniki assisterà alla finale iGrabar- Kitarovic ha sottolineato che tutta la Croazia oggi tifa per la nazionale.«Neanche ci pensavo che saremmo arrivati in finale, solo lo speravo. E invece, ecco che siamo in finale ai mondiali, e siamo orgogliosi dei nostri ragazzi. Credo nella vittoria. Credo e sono certa che tutta la Croazia oggi tiferà dal profondo del cuore per i nostri ragazzi. Penso che sarà festa grande a Zagabria, Spalato, Rijeka (Fiume) e nelle altre città, ma attendiamo anche il ritorno della squadra in patria», ha detto la presidente citata dai media locali Grabar- Kitarovic ha aggiunto i sperare che tale momento magico per il calcio croato possa influenzare positivamente anche altri settori della vita del paese. «Dobbiamo lanciare il messaggio che siamo una nazione di talenti non solo nello sport ma anche in tanti altri settori e attività», ha detto.

CORRELATI