L’autunno di Praga oscura Schio È buia la notte dell’EuroBeretta

Jantel Lavender, 12 punti e 13 rimbalzi,  non sono bastati al Beretta contro Praga. FOTOSERVIZIO  STUDIOSTELLAPierre Vincent, impietrito
Jantel Lavender, 12 punti e 13 rimbalzi, non sono bastati al Beretta contro Praga. FOTOSERVIZIO STUDIOSTELLAPierre Vincent, impietrito
Nicolò Dalle Molle 02.11.2018

Nicolò Dalle Molle SCHIO Il debutto casalingo in Eurolega del Beretta si celebra in una cornice di pubblico delle grandi occasioni. I tanti tifosi al PalaRomare, però, non bastano per spingere Schio alla prima vittoria europea stagionale. Anzi, contro Praga arriva una sconfitta davvero pesante che ridimensiona ulteriormente le ambizioni europee di questo nuovo Famila. Polveri bagnate per entrambe le squadre in avvio di gara: 3-0 Praga mentre Gruda sblocca il Beretta al 3’. Dotto con un jump shot risponde a Rezan e a metà quarto il punteggio è di 4-5, ma l’ingresso di Lisec e Fassina dà verve alle padrone di casa: è la slovena con 4 punti consecutivi a dare il primo vantaggio al Famila: 8-7 al 7’. Ayayi, Thomas ed Elhotova, però, costruiscono il primo break del match: 8-15 al 9’. Hanusova risponde a Lavender col piazzato dalla media e alla prima sosta il Beretta insegue 10-17. Al 12’ arriva la prima buona azione costruita sull’asse Lavender-Gruda per il 14-19 che costringe coach Hejkova al primo timeout. Le due superstar concedono il bis sull’azione seguente, mentre Lavender fa commettere a Thomas il terzo fallo personale e dalla linea della carità riporta il Beretta a -1. Due deviazioni sfortunate permettono alle ceche di trovare quattro facili punti: 18-23 al 14’. Schio sbaglia tanto al tiro ma trova numerosi rimbalzi offensivi che lo tengono aggrappato al match. Al quinto tentativo dalla lunga Gemelos pesca finalmente la tripla che fa esplodere il PalaRomare perché, sul seguente contropiede, Gruda segna il nuovo sorpasso orange: 26-25. In uscita dal timeout Praga torna cinica e segna 10 punti in rapida successione che rimandano Schio a -7. Rientro shock per il Beretta che subisce un 7-0 firmato Elhotova-Thomas che lo fa precipitare a -14. Gemelos con 3 punti personali prova a limitare i danni di uno Schio totalmente in balia dell’avversaria. Thomas diventa immarcabile e il Famila sprofonda a -18 prima di una lodevole azione personale di Fassina. Gemelos e Lavender per un 4-0 orange che vale il 39-53 al 30’. Lavender e Dotto rispondono a Rezan ma Praga continua a macinare punti e le orange sembrano sconsolate. Esemplificativa la stoppata di Rezan sul tentativo di penetrazione di Crippa così come l’errore in contropiede di Dotto sottocanestro al 35’. Arriva anche la tripla di Ayayi per il pesante -22. La tripla finale di Filippi serve solo a far scendere il passivo. •