Il Famila con la matricola e i dolori europei alle spalle

Pierre Vincent amareggiato dopo il ko a Polkowice. FIBA
Pierre Vincent amareggiato dopo il ko a Polkowice. FIBA
Nicolò Dalle Molle 09.12.2018

Oggi il Famila ospita Empoli (palla a due alle 18 al PalaRomare) squadra neopromossa che non dovrebbe rivelarsi un avversario così ostico da superare. Una partita, quindi, che può diventare importante per ridare morale all’ambiente dopo la sconfitta di Polkowice, la quinta consecutiva in Eurolega. Poteva essere la partita della svolta. E per 30 minuti lo è stata, ma poi una serie di dettagli mal curati ha portato a un nuovo stop. Nonostante i grandi sforzi profusi in allenamento dalle ragazze dello Schio, il successo europeo è stato mancato ancora una volta. Un situazione inusuale per il club di patron Cestaro, affidato a un tecnico che non aveva mai incontrato queste difficoltà: «Mercoledì ero davvero amareggiato - spiega Pierre Vincent -. Abbiamo giocato molto bene, ma abbiamo pagato a rimbalzo, commettendo troppi falli. Non abbiamo segnato dall’arco, abbiamo fatto pochi giri in lunetta e, nonostante tutto, ce la siamo giocato fino alla fine». Impossibile non fare paragoni con il roster degli anni precedenti che ha saputo vincere su alcuni dei parquet più ostici d’Europa. «Rispetto alla scorsa stagione - spiega Vincent - quest’anno ho a disposizione giocatrici più leggere, soprattutto nel ruolo di ala piccola, che è dove al momento soffriamo di più. Inoltre è evidente che troviamo punti solo da poche giocatrici e questo è per noi un problema». È evidente però che l’arrivo di Quigley ha dato una svolta al gioco scledense ora più fluido in attacco. Una giocatrice che, con pochi allenamenti sulle spalle, è riuscita già a dare un contributo importante nonostante le due sconfitte. «Allie è straordinaria - sottolinea il coach - in pochi giorni ha già capito molto del nostro basket. Non tutte, però, hanno i suoi ritmi e c’è chi sta impiegando più tempo per riuscire a rendere al meglio». Nonostante le numerose sconfitte, però, i tifosi orange stanno manifestando tutto il proprio sostegno alle giocatrici e all’allenatore: «Ringrazio il pubblico per la gara contro Bourges - conclude -. Ci ha incitato anche nei momenti più difficili, anche quando in campo avevamo tante giovani. Sono positivo: vedo miglioramenti e i risultati sono convinto arriveranno». A2 DONNE. Castelnuovo Scrivia - VelcoFin Vi 50-63. • © RIPRODUZIONE RISERVATA