Famila in Sardegna, il cantiere è aperto

Il tecnico Pierre Vincent
Il tecnico Pierre Vincent
Paolo Terragin 08.09.2018

Paolo Terragin SCHIO La stagione del Famila Schio inizia in Sardegna. Il team scledense è atteso a Cagliari oggi e domani per il torneo "Sa Duchessa" organizzato dal Cus Cagliari. In campo anche Selargius e Uni Györ, squadra ungherese allenata dall'ex coach arancione Sandro Orlando che potrà schierare nella sua squadra Melissa Brcaninovic, giovane talento di casa Famila protagonista l'anno scorso a Vicenza. La squadra guidata dal tecnica Pierre Vincent è a dir poco rimaneggiata con le assenze delle due lunghe Lavender e Gruda, con Lisec sulla via del recupero che percorre insieme a Micovic e Olbis, quest'ultima alle prese con il recupero da una distorsione alla caviglia, occorsole martedì in allenamento. Aggregate alla prima squadra le giovani Florencia Chagas, reduce da un ottimo mondiale con la nazionale argentina U17 e Mikol Pierini, uno dei tanti prodotti del vivaio scledense. «Normalmente in questi casi si dice che la squadra è un cantiere aperto, io invece dico che il cantiere non è neanche aperto, mancano ancora le impalcature - dice il dg Paolo de Angelis - tantissime assenze e soli 6 giorni di allenamento che però cementano lo spirito di sacrificio e di squadra, un aspetto al stiamo lavorando molto in questo fase di inizio stagione. Siamo sulla strada giusta ma appena nella fase di... cantierizzazione». Dopo questo primo assaggio la squadra sarà impegnata con il Vigarano il 16 settembre, poi il tradizionale torneo ‘Città di Schio’, il 21 e 22 settembre, con Ragusa, Venezia e San Martino. Il 30 settembre primo appuntamento ufficiale con la Supercoppa contro Lucca al PalaRomare. Il programma: oggi alle 18 San Salvatore Selargius - CMB Cargo-UNI Gyor; alle 20.15: CUS Cagliari-Famila Schio. Domani alle 18: finale 3°/4° posto e alle 20.15 finalissima. • © RIPRODUZIONE RISERVATA