Famila alza le torri Riecco Lavender per ambizioni d’oro

La statunitense Jantel Lavender torna ad abbracciare il Famila Basket. È reduce dall’avventura in Turchia
La statunitense Jantel Lavender torna ad abbracciare il Famila Basket. È reduce dall’avventura in Turchia
Andrea Mason 04.07.2018

Andrea Mason SCHIO Lo si era supposto. Sperato. Anticipato. Ora è certezza. Jantel Lavender ritorna in arancione. A completare (quasi) un puzzle definito ma ancora tutto da assemblare. Considerazioni tecniche e tattiche da analizzare nelle settimane che verranno, quando il Famila tornerà a radunarsi e a lavorare. L’ufficializzazione del centro consegna la realtà di un gruppo rivoluzionato ma per l’appunto in grado di fare tanta strada. Non solo in ottica tricolore. Il ritorno di Lavender consegna al tecnico Pierre Vincent una presenza di peso, centimetri, tecnica ed esperienza che arricchisce il pacchetto lunghe del Famila Wüber Schio. Un centro esperto, che affiancherà Isabelle Yacoubou in una campagna d’Eurolega dalla quale il club si attende risultati importanti. Indimenticata macchina da punti nella stagione 2012/2013 (16,3 con 8 rimbalzi di media in campionato, 18,4 + 8,6 in Eurolega) la giocatrice statunitense (193 centimetri, originaria di Cleveland) torna così a calcare il parquet del PalaRomare. Nella scorsa stagione a Yakin Dogu, il club turco-cipriota ora letteralmente scomparso dalla scena (giocava le sue gare sul neutro... di Istanbul, una situazione imbarazzante per i suoi dirigenti) Lavender nella massima competizione europea per club ha messo a segno un rispettabilissimo 14,5+7,5 di media. L’importanza strategica del ritorno di Lavender è riassunta dalle parole del general managerPaolo De Angelis. Commenta. «Dire che Jantel sia un gradito ritorno mi sembra riduttivo. Siamo entusiasti di poterla avere ancora con noi, ha dimostrato in questi anni di essere una delle giocatrici più forti dell'Eurolega mostrando numeri da vera leader. Ma noi che la conosciamo sappiamo che, al di là dei numeri comunque superlativi, Jantel è una vera giocatrice, una grande lavoratrice, perfezionista quasi a livelli maniacali, oltre ad essere una ragazza d'oro, affettuosa e alla mano con tutti». Il programma è decisamente improntato all’ottimismo... «Con lei, Yacoubou e Lisec contiamo di avere sotto canestro qualità, muscoli e cervello; di meglio non potevamo chiedere». Attualmente Lavender è impegnata in WNBA con la casacca delle Los Angeles Sparks che la impiegano circa 7,5 minuti a gara. In realtà la campagna acquisti del Famila non termina. Il riferimento riguarda il settore tecnico. Qui potrebbe approdare, a fianco di Vincent e di Piero Zanella, nientemeno che Marco Silvestrucci, già tecnico della Tramarossa in B maschile. L’allenatore è figlio d’arte: il papà Vittorio è stato infatti prima vice di Gino Minervi all’Ufo Schio, nel ’78-’79, e l’anno successivo di Nidia Pausich, infine capo allenatore nella stagione 1980-81. La mamma è Antonella Stanzani, altra ex arancione. Un ritorno in famiglia, per lui. • © RIPRODUZIONE RISERVATA