Montebello riparte, ingresso gratis

L’esultanza dei giocatori dopo una delle tante vittorie
L’esultanza dei giocatori dopo una delle tante vittorie
Francesco Meneguzzo 12.01.2019

Il Montebello apre le proprie porte. Dopo una settimana a dir poco tribolata per quanto successo domenica scorsa in casa del Marola tra le tifoserie (gesti e frasi che non sono stati confermati dal tanto atteso comunicato della Figc nel quale almeno per il momento, non c’è stato alcun riferimento. Certo è che la Digos ha aperto un fascicolo per verificare cosa sia successo sugli spalti), si ritorna a parlare di calcio con il direttivo dei “reds” che vuole voltare pagina e porre la parola fine alla spiacevole vicenda dei presunti cori contro i napoletani. Non sarà comunque facile dimenticare quanto accaduto ma intanto in vista della sfida interna di domenica contro la Stanga Vi Est (fanalino di cosa con sole 3 lunghezze) ha deciso di intraprendere una bella iniziativa e così tutti coloro che si recheranno allo stadio potranno farlo liberamente e senza dover sostenere alcuna spesa indistintamente dalla fede calcistica. «Si è deciso di aprire le nostre porte –spiega il responsabile del settore giovanile nonché factotum del Montebello Ivan Pellizzaro- per dimostrare la nostra apertura come club nei confronti di tutti indipendentemente dalla nazionalità o dal colore della pelle: questa società non ha mai fatto alcuna distinzione ma, al contrario, riesce a portare avanti la propria attività sportiva proprio grazie all’aiuto, alla collaborazione e alla disponibilità di tutti in quanto, soprattutto di questi tempi, la sinergia è un’arma indispensabile». Il dirigente prosegue poi dicendo: «Abbiamo vissuto giorni difficili nei quali la vicinanza e la solidarietà dimostrataci da numerose società, tecnici e appassionati ci ha confortati; la nostra speranza è che tutto il clamore nato sia anche finito e che da oggi si parli solo di calcio giocato che alla fine è una delle cose più belle per le quali tutti ci adoperiamo». Pellizzaro fa riferimento al calcio giocato, quel calcio giocato che effettivamente sta sorridendo e non poco al Montebello che dopo la netta affermazione di domenica scorso nel big match contro il Marola è capolista del girone C grazie ai 38 punti finora collezionati frutto di 12 vittorie, 2 pareggi e altrettante sconfitte conditi da 36 reti all’attivo (miglior attacco) e 12 al passivo (seconda difesa meno battuta del gruppo). «Con l’occasione vogliamo anche festeggiare degnamente la nostra prima squadra che è riuscita a laurearsi campione di inverno e che, sorprendendo un po' tutti, sta disputando un campionato davvero importante: ci sentiamo in dovere di fare i complimenti e riconoscere i meriti ad un gruppo di ragazzi che finora sono stati encomiabili sotto ogni punto di vista; la strada però da qui alla fine è ancora lunga, tortuosa e ricca di insidie a partire dalla sfida con la Stanga nella quale bisognerà prestare la massima attenzione ad ogni particolare o dettaglio». • © RIPRODUZIONE RISERVATA