Il Due Monti scollina: «Mai avere paura»

Alberto Pozza, portiere della neopromossa Calidonense, domenica è stato battuto da Casarotto e Battaglia del Montecchio. STELLA-CISCATO
Alberto Pozza, portiere della neopromossa Calidonense, domenica è stato battuto da Casarotto e Battaglia del Montecchio. STELLA-CISCATO
Francesco Meneguzzo 29.08.2018

Non bisogna entrare in campo paurosi». Questo il diktat di Roberto Gomiero, tecnico del Due Monti che nella gara inaugurale della nuova stagione (Coppa Veneto, Prima categoria) è riuscito a fermare sul pari la corazzata Marola; dalla sfida contro la compagine di Zuccon è infatti uscito un sorprendente 2-2 che ben pochi avrebbero pronosticato al fischio d’inizio vista la caratura che possono vantare Gobbato e compagni capaci di raggiungere i biancorossi solo al fotofinish; per carità, è solo calcio d’agosto ed era solo il primo test ufficiale ma il condottiero del Due Monti vuole subito indicare la retta via ai suoi. «Il risultato più giusto è stato certamente il pari anche se essere raggiunti nei minuti finali lascia sempre quel pizzico di rammarico. Sapevamo benissimo delle qualità del Marola che tra l’altro in estate non ha cambiato molto e dunque è una formazione con meccanismi molto ben rodati, ma al di là del risultato dispiace essere entrati in campo impauriti e timorosi. Nel primo tempo infatti a causa dell’errato approccio mentale siamo stati a lunghi tratti in netta difficoltà per poi riprendersi nella ripresa quando s’è addirittura sfiorata la vittoria». L’allenatore biancorosso prosegue poi così: «Il girone di Coppa è tosto visto che affronteremo anche Le Torri e Grisignano ma dobbiamo considerarlo un banco di prova in vista del campionato; la nota positiva è stata la reazione però bisogna crescere dal punto di vista caratteriale e non entrare in campo timorosi in quanto sono convinto che se sfruttiamo le nostre armi possiamo dare del filo da torcere». In Eccellenza tutto secondo copione per il Montecchio che liquida per 2-0 la Calidonense mentre esce sconfitto anche il Valbrenta caduto sotto ai colpi della Vigontina per 3-1. Al piano inferiore sorprendente successo del Cassola che grazie alla rete di Zago passa in casa della Marosticense; al di là del ko interno, i rossoneri rimangono una delle formazioni che a detta di molti troveremo in pianta stabile nelle zone nobili della graduatoria assieme manco dirlo a quello Schio che ha piegato per 1-0 il Sarcedo. Al di là del 4-1 con il quale il Bassano ha liquidato il malcapitato Arsiè, non passa inosservato il pari ottenuto dal Sovizzo nel fortino di Monteviale (altra candidata alla promozione): un risultato che, se mai ce ne fosse stato bisogno, testimonia la bontà della rosa a disposizione del tecnico Ciani. Vincono le neopromosse Malo (1-0 a Poleo), il Dueville che piazza il colpo con il Berton mentre non riesce ad emulare le altre neopromosse la Junior Monticello uscita sconfitta dalla sfida contro la Stanga. Partono in quarta Rozzampia e Mottinello Nuovo (liquidati il Silva e la Cogitana con un secco poker) ma fa ancora meglio il Lugo che liquida per 5-1 il Fara. Non scherzano nemmeno il 7 Comuni (3-0 all’Azzurra Maglio), il Castelgomberto che s’aggiudica la sagra del gol contro il Ponte per 3-2 e l’Isola Castelnovo che s’impone con un perentorio 3-0 in casa del Motta. Fa sicuramente specie il ko interno del Lonigo che perdendo al cospetto del Brendola inizia nel peggior dei modi l’avventura in Seconda categoria. Passo falso anche di altre due big come il San VitoCaTrenta e il Pianezze. • © RIPRODUZIONE RISERVATA