Il giovane Houenou è convocato ancora per il raduno dell’Italia

S. T. 24.01.2019

Con le prime convocazioni ufficiali ha preso il via il nuovo corso della Nazionale italiana di calcio a 5 del neo commissario tecnico Alessio Musti. Il ct azzurro ospite ad Arzignano qualche giorno fa in occasione della doppia sfida amichevole dell’under 19 italiana coi pari età della Bosnia Erzegovina ha osservato da vicino i papabili azzurri arzignanesi, confermando nella lista dei 17 ancora una volta l’attaccante arzignanese Carlo Houenou. Il giovane pivot vicentino farà parte del raduno di Novarello in programma dal 28 gennaio al primo di febbraio, cinque giorni intensi di allenamenti che precederanno la doppia sfida amichevole in programma il 4 a 5 febbraio a Piatra Neamt in Romania contro l’ostica formazione locale. Soddisfazione in casa Arzignano per la conferma azzurra di Houenou: «Lui e Rosa sono stati seguiti sin dalla nazionale giovani emergenti, se per Carlo si può dire abbia superato il primo livello e sia in pianta quasi stabile nella nazionale maggiore, per Manuel continueremo a vederlo e seguirlo in ottica futura» ha detto il ct Musti ad Arzignano, un tecnico che però apre le porte anche ad un altro giocatore biancorosso: «In Italia ci sono molti giocatori di talento e tra questi possiamo fare anche il nome di Mario Salamone che sta facendo bene alla prima esperienza in serie A. La Nazionale vuoi per motivi di anagrafe e vuoi per gli ultimi risultati ha bisogno di un ricambio generazionale e sono convinto che potremo fare bene e costruire qualcosa di importante». Tra i nomi di spicco ci sono quelli di Cavinato e Merlin in forza allo Sporting Lisbona. All’appello manca il capitano Gabriel Lima col portiere del primo europeo di Aversa Ciccio Angelini che debutterà in panchina come assistente del ct azzurro Musti. © RIPRODUZIONE RISERVATA