Federica e Rebeca suonano la carica per il Futsal Breganze

AN. FA.30.07.2018

Pare che lo scatto dai blocchi del campionato di Serie A di Calcio a 5 Femminile potrebbe essere anticipato al 30 settembre, invece che il 7 ottobre, come previsto. Poco importa: le due formazioni vicentine si faranno trovare pronte vista la loro attività sul fronte mercato. Inarrestabile è soprattutto il Futsal Breganze che nei giorni scorsi ha messo a segno due colpi grossi: Federica Marino e Rebeca Hermida Montero. La prima arriva dalla Calabria ed è una promessa del futsal in rosa del Belpaese: 25 anni, dotata di buona tecnica individuale, un dribbling di tutto rispetto e una buona propensione al gol, la Marino aggiunge anche alla rosa di Zanetti buona fisicità grazie ai suoi 170 centimetri. E inoltre la nuova giocatrice biancorossa è in cerca di riscatto dopo una stagione piuttosto tormentata in cui ha vissuto prima la chiusura del Locri e poi la retrocessione con la Rambla. «Credo fermamente che nulla ci possa impedire di raggiungere traguardi ambiziosi – sono le prime parole di Federica Marino a Breganze – penso che questa squadra abbia tutte le carte in regola per competere ai massimi livelli». Con Rebeca Hermida Montero, per tutti Rebe, invece, il Futsal Breganze guadagna tanta esperienza e una classe superiore. La giocatrice spagnola del 1986 ricopre il ruolo di pivot ed è al suo quinto anno nel calcio a 5 italiano: arrivata nel Belpaese nel 2013, tra le fila del- l’Acquedotto, Rebe ha poi vestito per un anno la casacca della Luparense, prima di passare alla Lazio, dove è rimasta fino alla passata stagione. «C’è una frase che dice che si torno dove si è stati bene – ha detto Rebe spiegando il suo arrivo a Breganze – ed io in Veneto sono stata davvero bene. Questa è una società seria e noi giocatrici daremo tutto ogni domenica». •