Carrè Chiuppano, debutto di fuoco

Anche quest’anno il CC punta sui gol del bomber Pedrinho
Anche quest’anno il CC punta sui gol del bomber Pedrinho
Nicola Ciatti 18.08.2018

Ecco servito il calendario, il Carrè Chiuppano conosce ora il cammino che attende Pedrinho e soci in una stagione che si annuncia molto intensa e ricca di insidie visto l’alto livello del girone A dove è stata inserita la squadra vicentina. Il campionato scatterà sabato 6 ottobre, e sarà subito un debutto di fuoco per i biancoazzurri, chiamati alla trasferta sul campo del Villorba, avversario ben noto col quale in passato sono state sfide epiche. Il debutto casalingo sarà invece fissato per il 13 ottobre, quando a Carrè arriverà un’altra neopromossa, il Città di Asti, rinforzata nelle ultime ore dall’arrivo dell’ex nazionale Douglas Corsini. Una settimana più tardi sfida ad un’altra piemontese, l’L84 di Volpiano, guidata dal player-manager Rodrigo De Lima, che nelle ultime settimane è salita agli onori della cronaca per aver proposto di giocare nel proprio settore giovanile al primogenito di Cristiano Ronaldo. In casa il 27 ottobre, contro la prima delle sarde, il Leonardo dove gioca un brasiliano dal passato in provincia, Everton Guarnieri. Interessante la sfida del 03 novembre, contro il neopromosso Genova. Vietato prendere impegni per il 10 novembre, perché a Carrè arriverà il Mantova, una delle big del campionato, che ha aggiunto Ziba e Lutta ad un organico già molto competitivo. Toccherà poi alla trasferta di Milano, sabato 24 novembre, contro una delle retrocesse dalla Serie A che ha puntato su giocatori di esperienza come Renoldi (ex Gruppo Fassina) e Escobar (ex Imola). Tre le sfide del mese di dicembre: una in casa, col Sestu, e due trasferte di fila a Merano (15/12) e Ossi San Bartolomeo (22/12). Il girone di andata si chiuderà il 05 gennaio con la sfida casalinga col Petrarca delle nuove stelle (Urio, Jorge Alba, Del Pizzo, Cividini). «Il girone è di altissimo livello –spiega il tecnico Valter Ferraro- composto da squadre molto competitive. Su tutte ovviamente il Petrarca, che affronteremo alla fine Subito il Villorba, neopromossa, su un campo che conosciamo bene e dove è difficile fare punti. La difficoltà di questo campionato sarà affrontare ogni giornata con la massima attenzione; non ci sono squadre materasso. Guardando le date, vedo un campionato troppo spezzettato: a cavallo tra novembre e dicembre giochiamo solo tre partite, un riposo eccessivo che ti rompe il ritmo. Confidiamo su una salvezza tranquilla, senza dover soffrire troppo». •