Benevento-Milan
Gol del portiere
a tempo scaduto

Il gol del 2-2 del Benevento firmato dal portiere Brignoli. ANSA
Il gol del 2-2 del Benevento firmato dal portiere Brignoli. ANSA
 
03.12.2017

BENEVENTO. Conquistare il primo punto in Serie A della storia grazie ad un gol del portiere al 95’: è quello che è accaduto al Benevento contro il Milan nell’anticipo della 15/a giornata di Serie A. Una partita incredibile, finita 2-2 grazie ad una rete segnata da Brignoli nei secondi finali e che va a "macchiare" l’esordio di Rino Gattuso sulla panchina del Milan. Il tecnico rossonero era già pronto a festeggiare la sua prima vittoria, ma sul più bello è arrivata la beffa. Un risultato tutto sommato giusto, perchè i sanniti di De Zerbi hanno giocato alla pari se non anche meglio dei rossoneri. Ai due vantaggi del Milan firmati da Bonaventura e Kalinic, la formazione campana ha replicato con Puscas e Brignoli appunto. Un punto che riaccende il lumicino della speranza per il Benevento, anche se la salvezza resta difficile da raggiungere. Per il Milan ancora tanti punti interrogativi da risolvere, Gattuso non poteva certo avere la bacchetta magica per riusolvere tutti i problemi in pochi giorni ma certamente la prestazione odierna conferma che di lavoro ce ne è ancora tanto da fare.

 

«Non è che non ci credo ancora ma le possibilità di fare un gol per un portiere sono veramente molto basse. Sono felice per tutti: per il presidente, che non ha mai detto una parola fuori posto, per i compagni e per tutta la gente che ci sostiene costantemente». Così, ai microfoni di Sky Sport 24, Alberto Brignoli, che ha deciso la sfida Benevento-Milan, siglando di testa il definitivo 2-2 al 49’ della ripresa. «Dalla panchina mi hanno detto "sali". Io sono andato in area e d’istinto ho colpito di testa con un tuffo più da portiere che da attaccante. Dopo tanti mesi di sacrifici ci meritavamo questa gioia inaspettata», ha aggiunto l’eroe di giornata.  La salvezza? Lavoriamo per questo e vogliamo inseguire  il nostro sogno sino alla fine», ha concluso Brignoli.

CORRELATI
Condividi la notizia