VelcoFin, l’occasione per rialzarsi E Corno chiede gli occhi di fuoco

Santarelli è in via di guarigione ma non è ancora a disposizione
Santarelli è in via di guarigione ma non è ancora a disposizione
Marta Benedetti 01.12.2018

È come se dopo la scomparsa del grande saggio del basket femminile, Antonio Concato, la VelcoFin avesse spento la luce. Mai, negli ultimi anni, la formazione vicentina aveva fatto così tanta fatica a decollare nel campionato di A2. La classifica del girone Nord vede la VelcoFin InterLocks al decimo posto con 6 punti, a 10 lunghezze di distanza dalla capolista Villafranca. Stasera, alle 20.30, le ragazze di Aldo Corno affronteranno in casa il Bolzano che ha due successi in più delle biancorosse. La gara arriva a pochi giorni dal ko col Moncalieri, una squadra che ha dimostrato di possedere senz'altro più mezzi tecnici sia a livello di singole che di gruppo. La VelcoFin ha lavorato tutta la settimana sui fondamentali, rimbalzi e tiro in particolare, perchè le percentuali di domenica sono state molto più che insoddisfacenti. Ora il calendario propone nel giro di 5 giorni due partite da premio Campiello: questa col Bolzano e il recupero contro la maglia nera del girone, Albino, stabilito per giovedì 6 dicembre alle 21 in terra bergamasca. Facciamo pure gli scongiuri del caso, ma arrivassero i 4 punti, come tutto il clan vicentino spera e che sicuramente sono alla portata, in casa Velcofin si potrà ritornare a sorridere e a respirare un'aria diversa. Il campo però è stato finora sempre duro con le biancorosse, anche sfortunate nella prima parte di stagione: gli infortuni non hanno dato tregua a Corno, costringendolo a lavorare con poche atlete durante la settimana e a chiedere ulteriori sacrifici alle varie Ferri, Stoppa e Monaco, senza dubbio i fari di questa squadra. Dall’infermeria arrivano discrete notizie: Santarelli è in via di guarigione e Federica Destro indosserà, per il momento solo in allenamento, una maschera protettiva per il naso fratturato. Entrambe però saranno indisponibili ancora per un po’. La conclusione ad Aldo Corno: «Disgrazie o no, voglio una squadra che dà tutto, con gli occhi di fuoco e la fame di rivincita». Il Bolzano è reduce dalla sconfitta casalinga col Marghera, ma non se la passa così male, visto che solo un paio di settimane fa ha fatto tremare l'Alpo Villafranca, prima della classe, cedendo di tre punti nel finale. Palla a due alle 20.30 in via Goldoni per capire se la VelcoFin ha voglia di lasciarsi alle spalle il brutto periodo. •