Notte Tramarossa Stavolta il derby può valere la vetta

Umberto Campiello
Umberto Campiello
Alberto Vigonesi 10.11.2018

La partita più attesa dell’anno trova, in questa occasione, medesima importanza anche a livello di classifica. Vicenza e Padova, magnagati e gran dottori, contesa atavica tra le città che duellano in ogni ambito. Stasera tocca al basket giocato determinare chi può sorridere a spese dell'avversario. Si preannuncia il pubblico delle grandi occasioni al Palasport di Via Goldoni, con la società che ha chiamato a raccolta i ragazzi del settore giovanile per gremire le tribune. La palla a due alle 20.30 vede una Tramarossa desiderosa di proseguire il cammino sin qui da applausi che li ha portati al secondo posto del girone con cinque successi e una sconfitta. E una nuova affermazione garantirebbe, almeno per una notte, di agguantare la vetta della graduatoria, in mano a quella Faenza che domenica 18 farà visita ai biancorossi. Ma l’attenzione di coach Venezia e i suoi giocatori, tutti a piena disposizione, è rivolta solamente alla Virtus Padova. Tre vittorie ed altrettanti ko per i neroverdi, reduci dal successo contro Lecco e abili, di dar filo da torcere a tutte. L’allenatore Daniele Rubini si affida essenzialmente ad una rotazione di sette giocatori, cinque dei quali capaci sinora di viaggiare in doppia cifra di media. Pur eccellendo nel gioco all'interno dell'area, gli euganei non disdegnano soluzioni dal perimetro, utilizzando inoltre un’efficace circolazione alla ricerca del tiratore meglio posizionato. L’ultimo scontro tra le due formazioni risale a settembre, nella finalina per il terzo posto al Memorial De Nicolao: allora Padova riuscì ad imporsi di stretta misura. Campiello e compagni vogliono sfruttare l’occasione per rimettere le cose in chiaro. •