Mezza del Brenta Vivian è in pole per vincere il tredici

Eyob Ghebrehiwet Faniel vincitore della scorsa edizione della Mezza del Brenta, a Bassano. ARCHIVIO
Eyob Ghebrehiwet Faniel vincitore della scorsa edizione della Mezza del Brenta, a Bassano. ARCHIVIO
Chiara Renso 02.09.2018

Luigi Vivian in lizza per la vittoria alla Mezza del Brenta. Il marosticense ha tutte le carte per succedere nell'albo d'oro al bassanese Eyob Ghebrehiwet (Fiamme Oro), detentore del record della corsa di 1h08'30 ottenuto nel 2017. Sono 420 i runner che si ritroveranno questa mattina in piazza Libertà a Bassano dove alle 9 scatterà la 13ª edizione della Mezzo Maratona del Brenta che quest'anno transiterà per il Ponte Nuovo invece che per il Ponte degli Alpini, il cui passaggio è consentito solo ad un numero ristretto di pedoni per questioni di sicurezza. La manifestazione, organizzata da Studio Rx, B-Sport, Atletica Bassano Running Store, rappresenta la penultima tappa del Circuito Vicentia Running 2018 che avrà il suo epilogo domenica 21 ottobre con la Mezza Maratona dei Sei Comuni. La mezza maratona, che prenderà il via alle 9 in concomitanza con la prova sui 10 km, vedrà al via 340 atleti. 80 invece i concorrenti che affronteranno la prima metà di gara (10 km). Le iscrizioni resteranno aperte fino alle 8:30. Quest'anno Ghebrehiwet, quinto agli Europei di maratona di Berlino, non sarà il via della gara perchè ha in programma altri impegni agonistici. È così pronto a succederli Luigi Vivian (Nico Runners), primo alla Corsa del Trenino e quarto alla Enego-Marcesina. Nella passata edizione Vivian giunse alle spalle di Ghebrehiwet e Ahmed El Mauzoury con l'ottimo crono di 1h15'52. Lo stesso piazzamento fu ottenuto nel 2011 dal fratello Enrico, suo allenatore e oggi in gara nei 10 km, dopo aver collezionato due quarti posti nel 2009 e nel 2010. Il maratoneta di Marostica, che ha avvicinato le 2h30 a New York, avrà come avversario Andrea Cognolato (Run Athletic) che vanta un personale di 1h16'58 nei 21, 097km ottenuto nel 2016 a Cittadella. Al femminile i favori sono per Silvy Turcato (Piombino Dese), seconda nella passata edizione dietro a Giulia Montagnin. L'atleta padovana potrebbe provare ad abbattere il record della corsa femminile di 1h22'43 che risale al 2015. Nella prova maschile dei 10 km il triatleta Mirko Lazzaretto (AV Despar), seguito da Sergio Contin, si prenota per la vittoria. A rendergli la vita difficile ci penseranno Diego Baù (Ponzano Veneto) al successo nell'edizione 2016, Simone Cortiana (Vicenza Marathon), primo alla 10 mila delle Fornaci di Villaverla ed il compagno di club Davide Fontana. A seguito della prova agonistica la marcia non competitiva di 7, 5 km aperta tutti. All'arrivo i concorrenti troveranno un banchetto di dolci preparati da alcune mamme per raccogliere fondi per permettere a Davide, un bambino di 3 anni di Cassola affetto da una grave e rara malattia genetica, di continuare a svolgere le sedute fisioterapiche a domicilio. • © RIPRODUZIONE RISERVATA