Migross pronta allo scatto decisivo

La gioia di Sullivan e Magnabosco: Asiago  vicino al titolo. WASSAGRUBA
La gioia di Sullivan e Magnabosco: Asiago vicino al titolo. WASSAGRUBA
Cesare Pivotto 08.04.2018

Cesare Pivotto ASIAGO Va in scena oggi(fischio d’inizio alle 18; arbitri Bulovec e Fichtner con Rezek e Tschrepitsch) all’Arena Ritten di Collalbo gara 4 della serie di finale, con la Migross Asiago che ha messo prepotentemente la freccia in gara 3, tornando davanti ai Rittner Buam 2-1 nella serie (3-0, 2-3 ot, 5-1) grazie alla 18a vittoria casalinga consecutiva (l’ultima sconfitta all’Odegar risale al 15 novembre, Migross-Vipiteno 1-2); prestazione di forza e di qualità, quella espressa dai Leoni giallorossi all’Odegar venerdì sera, sostenuti dall’impareggiabile calore di un grande pubblico e di una Curva Sud unica. Un po’ di numeri per significare il peso specifico attuale delle due formazioni. Nella classifica individuale stagionale a punti massiccia presenza giallorossa: Bardaro è nettamente primo con 76 (36 reti + 40 assist), 3° Rosa con 74 (27+47), 5° Nigro con 70 (27+43) e 6° Scandella con 67 (25+42); solo 18° il primo Buam, Frei con 47 (32+15), seguito al 19° da Oscar Ahlström con 47 (25+22) ed al 26° dal gemello Victor con 43 (18+25). Parano invece con la stessa percentuale, il 93%, i due goalies Cloutier e Killeen. La Migross è la migliore in assoluto in power play col 29,7% (nei playoff ben 14 reti messe a segno in superiorità dagli stellati: 7 contro il Vipiteno, 4 con il Val Pusteria e 3 con i Buam) mentre il Renon fa registrare un 20,3%; meglio i Buam nel penalty killing con l’85,8%, con la Migross a quota 83,3%. Per quanto riguarda l’efficienza, Migross che fa registrare la percentuale dell’11,09% (205 reti su 1849 tiri fatti) mentre il Renon quella del 9,71% (190 reti su 1957 tiri). I giallorossi sono la squadra più penalizzata con 601 minuti in 50 partite (media di 12’ a partita), i Rittner Buam ne accusano 521 in 52 (media di 10’ a partita). Finora a vincere è stata la squadra che ha segnato per prima. I Buam sono consapevoli dell’importanza determinante del punto odierno e della necessità assoluta di aggiudicarselo per rimettere nuovamente in parità la serie; dovesse vincere, la Migross metterebbe invece una seria ipoteca sulla vittoria finale, potendo poi contare martedì su una gara 5 casalinga (quando è annunciata la presenza in tribuna anche di un grande ex del recente passato, Layne Ulmer, da due stagioni con la maglia dei Cardiff Devils nella Elite Ice Hockey League britannica) e sull’inespugnabilità del fortino dell’Odegar. •