Addio al giornalista
Ignazio Scardina
«Ucciso da calciopoli»

Ignazio Scardina in una foto d'archivio (foto Twitter)
Ignazio Scardina in una foto d'archivio (foto Twitter)
07.04.2018

ROMA. «Per tutti gli amici di Ignazio. Purtroppo oggi ci ha lasciati. la moglie e i figli» così su Facebook la famiglia ha comunicato la scomparsa di Ignazio Scardina, 70 anni, decano del giornalismo sportivo, per una vita in Rai. Scardina è deceduto nella notte dopo aver lottato a lungo con una grave malattia. Fu l’unico giornalista coinvolto nello scandalo di Calciopoli, assolto in primo grado dal tribunale di Napoli.

 

«Oggi è un giorno triste per la redazione della Domenica Sportiva. È mancato Ignazio Scardina, ex caporedattore del calcio, per molti un caro amico, per altri un collega stimato e un uomo ingiustamente accusato nel processo Calciopoli. È uscito completamente assolto. Ciao Ignazio». Questo il tweet con cui la storica trasmissione della Rai, "La Domenica Sportiva", commenta la notizia della morte di Ignazio Scardina, classe 1947.

«Oggi abbiamo perso un collega ma sopratutto un amico: è mancato #IgnazioScardina, ex caporedattore del calcio di #RaiSport, stimato da tutti, ingiustamente accusato nel processo Calciopoli dal quale è uscito completamente assolto. Ciao Ignazio, da tutta la redazione di #90minuto» è invece il tweet di un'altra storica trasmissione Rai, "90° minuto".

Tantissimi anche i messaggi di colleghi e amici. «Sembrava una bella giornata e poi la notizia terribile: è morto #IgnazioScardina ucciso da Calciopoli, da una lunga malattia “figlia” di una colpevolezza senza senso, né basi, e mai provata. Era un giornalista Rai, un amico, un uomo sensibile, fin troppo. Molti di noi lo piangono», ha scritto su Twitter Ivan Zazzaroni. «Ti ho voluto bene, caro amico mio #IgnazioScardina» il tweet di Donatella Scarnati, mentre Roberto Renga ha ricordato «#IgnazioScardina, l'amico, il fratello, il compagno di mille viaggi e sogni, si è arreso stanotte, dopo anni di sofferenze inenarrabili».