Pianista Richard Bortolan di Montecchio

GUARDUCCIL01.08.2018

MONTECCHIO MAGGIORE Il prodigio del pianoforte Richard Bortolan, 15 anni, di Montecchio Maggiore, studente del Liceo Musicale “Antonio Pigafetta”, allievo del professore di pianoforte Stefano Bettineschi, ha fatto brillare il suo talento in Liguria. Si è, infatti, classificato al primo posto, nella sua categoria (di strumento e fascia di età), con il punteggio 97/100, alla trentunesima edizione del Concorso Internazionale di Esecuzione Strumentale “Giovani Talenti” Rovere d’Oro di San Bartolomeo al Mare in provincia di Imperia, consolidato trampolino di lancio per nuove promesse musicali. Durante le audizioni, ha conquistato la prestigiosa giuria con l’esecuzione, durata 15 minuti, di quattro brani, rispettivamente di Bach, Mozart, Schubert e Prokofiev. Nella serata di premiazioni, ha suonato, stregando il pubblico, l’ "Improvviso Op. 90 n.3" di Schubert sul sagrato del santuario di “Nostra Signora della Rovere”, in apertura del concerto della nota arpista Floraleda Sacchi, valutata dalla critica come una delle più interessanti nella scena internazionale. «E’ la prima volta che partecipavo, è stata una bella esperienza che ricorderò per tutta la vita, un motivo d’orgoglio – racconta, emozionato - ed un modo utile per confrontarmi con altri musicisti. Il pianoforte, per me, oltre che un divertimento, è uno stile d’ espressione per far emergere quello che ho dentro. Ho iniziato a studiare due anni e mezzo fa, ma fin da bambino suonavo ad orecchio». • L.GU.