In Lessinia premiate molte opere straniere

03.09.2018

BOSCOCHIESANUOVA (VR) Il Film Festival della Lessinia premia molte produzioni straniere. Con il documentario “Sengirė – La foresta antica” il regista Mindaugas Survila si è aggiudicato la Lessinia d’Oro, il più ambito riconoscimento della XXIV edizione dedicata alle vita e alle tradizioni in montagna.La Lessinia d’Argento per la migliore regia è stata attribuita a “Suleiman Gora – Monte Suleiman”, lungometraggio d’esordio di Elizaveta Stishova, ambientato in Kirghizistan.Il miglior documentario è “The next guardian – Il prossimo guardiano” di Dorottya Zurbó e Arun Bhattarai, una storia dal Bhutan; migliore lungometraggio è “Kratki izlet. Una breve gita”, fiction del regista slavo Igor Bezinović. Alla venezuelana Lorena Colmenares, con “Nueve nudos – Nove nodi”, il migliore cortometraggio. Il premio Giuria al regista Grégoire Verbeke con l’ opera prima “Bjeshkë – Montagna”. •