Calcio alle spalle
dall’amico del figlio
Cade e muore

RED-CG10.02.2019

PISTOIA. Un uomo di 59 anni è morto in seguito a una caduta al termine di una lite con un 22enne, amico del figlio, in base a quanto ricostruito dalla polizia. La vittima, è stato spiegato, è stata raggiunta da un calcio alle spalle tirato dal giovane: finita a terra ha sbattuto violentemente la testa. Inutili i soccorsi prestati dai sanitari inviati dal 118. Arrestato con l’accusa di omicidio preterintenzionale il 22enne.

 

Tutto è accaduto poco dopo le 22 di sabato nei pressi di piazza Carnevale, alla periferia est di Pistoia. Sempre secondo quanto spiegato dalla polizia, tra il 59enne e il giovane ci sarebbe stata una discussione accesa in strada, con un reciproco scambio di insulti e offese. Mentre la vittima stava rientrando poi in casa, sarebbe stato colpito con un forte calcio che lo avrebbe fatto cadere a terra, battendo violentemente la testa. Sul posto, oltre ai sanitari, intervenuti i poliziotti delle volanti e della squadra mobile e il medico legale. 

 

La salma del 59enne, un operaio di un vivaio, è a disposizione dell’autorità giudiziaria per l’esame autoptico. Il 22enne si trova invece nel carcere pistoiese di Santa Caterina in Brana: per martedì previsto l’interrogatorio. Su quanto accaduto, in base alla ricostruzione fatta dagli investigatori, quello del giovane sarebbe stato un gesto impulsivo e una volta visto a terra il 59enne, avrebbe tentato lui stesso di rianimarlo: è volontario in un associazione di pubblica assistenza dove tra l’altro avrebbe conosciuto il figlio della vittima. All’origine della lite il fatto che il 59enne non fosse contento che il figlio frequentasse il 22enne. Sabato sera, quando l’uomo li ha visti insieme sarebbe andato su tutte le furie, dando vita ad una accesa discussione, con successiva reazione poi del giovane. A chiamare i soccorsi sarebbe stato lo stesso 22enne.