La miss guida il consiglio comunale di Venezia

Ermelinda Damiano, nuovo presidente del Consiglio comunale di Venezia
Ermelinda Damiano, nuovo presidente del Consiglio comunale di Venezia
04.07.2015

VENEZIA. L'ex miss diventa presidente del Consiglio comunale di Venezia. Il consigliere anziano della lista Brugnaro, Maurizio Crovato, ha aperto alle 15.33 la prima seduta («tecnica e non politica», come ha subito precisato) del nuovo Consiglio comunale di Venezia. 35 i presenti all’appello iniziale, assente Bruno Lazzaro del Pd. Dopo la convalida degli eletti, il Consiglio ha provveduto alla surroga del consigliere Gianangelo Bellati, che ha rinunciato alla carica, con Silvana Tosi. La maggioranza ha quindi indicato come presidente del Consiglio comunale Ermelinda Damiano, 27 anni, praticante avvocato di Mestre. Non ci sono state altre proposte di candidature, con la votazione palese che è seguita che ha eletto Ermelinda Damiano nella carica con 25 preferenze (non hanno partecipato al voto i consiglieri di opposizione Casson, Faccini, Fiano, Pelizzato, Pellicani, Sambo e Scano e si sono astenuti i consiglieri Ferrazzi, La Rocca e Visman). Il Consiglio comunale, oltre al presidente, ha nominato anche i due vicepresidenti. Sono risultati eletti i consiglieri Saverio Centenaro per la maggioranza (25 voti) e il consigliere Giovanni Pellizzato per l’opposizione (6 voti); cinque le astensioni. Campana di origini ma veneziana di adozione, la neopresidente del Consiglio comunale di Venezia, Ermelinda Damiano, ha 28 anni e risiede a Mestre. Nubile e appassionata di sport, è laureata in giurisprudenza e sta svolgendo la pratica forense in uno studio della città. È alla prima esperienza politica.