Inapp, poco lavoro da big digitali

TL14.06.2018
(ANSA) - ROMA, 14 GIU - Alti ricavi, pochi occupati, pochissimi dipendenti a tempo indeterminato, alto turnover e poche tasse: nelle piattaforme digitali operanti in Italia - secondo uno studio dell'Inapp - in linea con la tendenza mondiale, si è vista una forte crescita di ricavi e salari per addetto,in controtendenza rispetto ai settori nei quali operano mentre gli occupati crescono poco. "Nel 2016 - scrive l'Inapp - in Italia Google e Facebook contavano rispettivamente 195 e 22 dipendenti; questo è in parte spiegabile con la natura tecnologica e organizzativa delle piattaforme. Tra i big player l'eccezione la fa Amazon, la piattaforma con il maggior numero di occupati (1169 nel 2016); questo dato si spiega con l'importante rete di raccolta e smistamento beni di Amazon Logistica e con una presenza massiccia di lavoro in somministrazione, caratterizzato da un turnover molto elevato". Per Amazon gli avviamenti in media nel periodo 2016-17 hanno superato le 7.000 unità ma il turnover ha superato il 1200%.