Askoll Eva in Borsa Botto all’esordio Azioni al +31,14%

Elio Marioni con i suoi manager a cavallo dei mezzi elettrici Askoll Eva davanti alla Borsa di Milano
Elio Marioni con i suoi manager a cavallo dei mezzi elettrici Askoll Eva davanti alla Borsa di Milano
12.07.2018

MILANO Debutto in grande stile per “Askoll Eva” sul mercato Aim di Borsa italiana. In una giornata di forte ribasso per le vicende internazionali di scontro tra Usa e Cina, con Milano che ha chiuso a -1,58% con l’indice Ftse del listino di riferimento ma ha visto in ribasso anche gli altri, la società di Dueville ha chiuso le contrattazioni in rialzo di qualcosa come il +31,14%, a 4,59 euro rispetto al 3,50 euro con cui aveva fatto ingresso a piazza Affari dopo il periodo di sottoscrizione offerto nell’ambito del collocamento privato. Durante la giornata ha toccato perfino un picco del +37% (386 i contratti stipulati durante la seduta). Da oggi, ha comunicato Borsa Italiana, sarà vietata l’immissione di ordini senza limiti di prezzo. LA MATRICOLA. Come noto Askoll Eva progetta, sviluppa e produce veicoli elettrici a due ruote (scooter e biciclette) così come kit e componenti nell’area dei motori e delle batterie elettriche, e commercializza i prodotti attraverso differenti canali: punti vendita monomarca in Italia e in Francia, più una fitta rete di distributori in Italia ed in Europa. In fase di collocamento la società ha raccolto 12 milioni di euro, il flottante al momento dell’ammissione è stato del 22,1% con una capitalizzazione pari a 54,4 milioni. Il valore della produzione di Askoll Eva nel 2017 ammonta a 4,4 milioni. Banca Finnat è nomad, global coordinator e specialist. Ieri si è tenuta la tradizionale cerimonia della campanella per il via alle prime negoziazioni sul titolo dell’azienda vicentina (la seconda in Borsa oggi, dopo la Fope nel settore orafo) e in quell’occasione Barbara Lunghi, head of Primary markets di Borsa Italiana, ha sottolineato: «Siamo molto contenti di dare il benvenuto ad Askoll Eva, certi che la quotazione contribuirà ad accelerare il percorso di crescita grazie all’accesso a nuovi capitali. La quotazione di Askoll Eva è un segnale importante per il listino che sta esprimendo numeri sempre più interessanti, attraendo società di qualità e l’interesse di una platea di investitori sempre più ampia. Siamo convinti che la maggior liquidità a disposizione delle Pmi unitamente agli incentivi fiscali introdotti sui costi di quotazione incoraggeranno molte imprese a guardare al mercato quale strumento privilegiato per realizzare progetti di sviluppo ambiziosi». «ORA ACCELERIAMO». Molto soddisfatto il presidente e fondatore di Askoll Eva (così come di tutto il gruppo Askoll), l’industriale Elio Marioni che era affiancato dal vicepresidente e ad Alessandro Beaupain e dagli altri manager: «Da 40 anni Askoll contribuisce a migliorare la qualità della vita con prodotti e tecnologie che sostengono la salvaguardia dell’ambiente. Askoll Eva - sottolinea Marioni - ha reso la mobilità elettrica sostenibile concreta sin dal suo esordio sul mercato grazie alle competenze, all’impegno, alla tenacia e alla passione che ci muovono ogni giorno. L’accesso al mercato dei capitali ci permetterà di rendere la nostra azione ancora più rapida e incisiva con l’obiettivo di far diventare i veicoli elettrici sempre più i partner di tutti i giorni, sia per gli utilizzatori professionali, sia per il grande pubblico. Sono soddisfatto di questa importante operazione che permetterà una crescita significativa, sia in Italia, sia a livello internazionale di Askoll Eva nei prossimi anni, cogliendo anche nuove opportunità di un mercato ad alto potenziale e in veloce sviluppo. Il dna e lo stile di Askoll saranno a garanzia di un rapporto di lungo termine con i nuovi azionisti». LA BORSA. Askoll Eva è stata ieri la 16a matricola del 2018 ad aver debuttato sul mercato Aim Italia della Borsa, che è strutturato per accompagnare le piccole e medie imprese più dinamiche e competitive nel loro progetto di crescita. Come detto Askoll Eva mira con i capitali raccolti in Borsa a finanziare i progetti di crescita: incremento delle vendite, investimenti in marketing, espansione della rete commerciale, creazione di nuovi prodotti. Alle azioni sottoscritte nell’ambito del collocamento privato saranno abbinati gratuitamente dei warrant nel rapporto di un warrant ogni quattro azioni sottoscritte ed è prevista l’attribuzione di una bonus share (1/10) se l’azionista manterrà le azioni per almeno dodici mesi dalla data di inizio delle negoziazioni. • © RIPRODUZIONE RISERVATA