ESTA per gli USA,
l’autorizzazione al
viaggio senza visto

A cura di Publiadige

ESTA per gli USA, l’autorizzazione al viaggio senza visto
ESTA per gli USA, l’autorizzazione al viaggio senza visto
05.07.2018

Il programma di viaggio senza visto degli Stati Uniti, il Visa Waiver Program, gestito dal Dipartimento della Sicurezza Nazionale (DHS) consente ai cittadini di 38 paesi, tra cui anche l’Italia, di recarsi negli Stati Uniti per turismo o per motivi d’affari per soggiorni fino a 90 giorni, senza dover richiedere un visto.

 

Sin dalla sua nascita nel 1986, il VWP si è evoluto, fino a richiedere ai viaggiatori la compilazione di un modulo online, l’ESTA, l’autorizzazione elettronica al viaggio. La richiesta dell’autorizzazione al viaggio comprende infatti un esame dei singoli viaggiatori prima della loro partenza per gli Stati Uniti, con lo scopo di rilevare e impedire a terroristi, criminali o altri attori in mala fede che possano creare un pericolo per la sicurezza nazionale.

 

L’uso del VWP è riservato ai viaggiatori in possesso del passaporto elettronico, l’unico attualmente riconosciuto per richiedere l’ESTA. Il passaporto elettronico, riconoscibile dal logo nella parte inferiore della copertina, è dotato di un microchip contenente le informazioni biometriche, una foto e le impronte digitali del titolare.

 

Un'autorizzazione al viaggio ESTA non è una garanzia d’entrata negli Stati Uniti. I viaggiatori devono infatti stabilire la loro idoneità al programma durante l’ispezione da parte di un ufficiale in un porto d’entrata. L’ESTA consente solamente di potersi imbarcare su un aereo o su una nave diretti negli Stati Uniti, anche solo per fare scalo, ma non garantisce l’entrata nel Paese.