«La mia vita con una gallina per amica»

L'allevatore Alessandro Zanotto con alcune delle sue galline
L'allevatore Alessandro Zanotto con alcune delle sue galline
Luisa Dissegna28.04.2018

Una gallina per amica. Ma anche polli, pulcini, galli. E oche. Sono tra le molteplici razze di pennuti che oggi, oltre i confini delle fattorie, sono adatte a vivere anche all'interno di un appartamento, come veri e propri animali da compagnia. Provare per credere: le gallinelle stanno tranquillamente accovacciate in una mano, appollaiate sul braccio e si lasciano lisciare le penne facendo le fusa soddisfatte.

 

Alessandro Zanotto, 32 anni, di Stroppari di Tezze sul Brenta, socio Fiav, iscritto all'associazione avicola AviNord Est, si occupa nel Bassanese della tutela e della selezione di queste razze pure ed ornamentali. Lui di pennuti che amano stare in compagnia ne alleva di tre razze: la piccolissima Serama di origine malese; la Cocincina nana, una sfera perfetta di morbide piume come un peluche; la Moroseta, di origine cinese, la più soffice e setosa delle galline ornamentali.«Un esempio di gallina socievole, in grado di comunicare e di stabilire una relazione con la sua coinquilina-umana, è l'ormai famosa Nina, star del web» spiega Zanotto. Il polletto di razza Serama ha oltre 75 mila fans e convive in un loft milanese.

 

«Dobbiamo abbandonare i preconcetti che vogliono la gallina come un animale stupido e insensibile, da tenere in poca considerazione - spiega Zanotto -. Le galline nane, come per altro tutte le galline sono animali dolci e molto intelligenti; amano stare in compagnia e la loro curiosità le spinge ad interagire ed apprendere, acquistando confidenza nell'essere umano».Questo è uno dei principali motivi che hanno spinto l'allevatore bassanese a creare il suo pollaio che conta una quarantina di esemplari tra galli e galline.

 

«Siamo abituati a considerare i polli come alimento o fornitori di uova. Invece, oggi, si assiste alla selezione e all'allevamento di tutta una serie di razze a scopo ornamentale e anche di compagnia» racconta Zanotto che lavora per selezionare colori, carattere, portamento dei suoi pennuti; ormai pronti per partecipare a concorsi e campionati. Ma che si adopera anche per promuovere e tutelare, con l'associazione AviNordEst, lo standard di razze autoctone.Zanotto alleva anche bellissimi galli combattenti Shamo, una razza fiera, coraggioso «che si affeziona al suo allevatore riconoscendone sia la voce che la fisionomia» spiega. E aggiunge: «Ricordiamo, comunque, che i combattimenti tra galli in Italia sono vietati. E quindi si tratta solo di polli ornamentali».E se gli Shamo ricordano nelle movenze piccoli dinosauri preistorici, nel pollaio di Zanotto ci sono anche i galli Combattenti Inglesi moderni nani: esemplari eleganti, dal temperamento vivace. Una sorta di Velociraptor in miniatura. «La loro caratteristica è l'aspetto slanciato, dovuto alla lunghezza delle zampe che li rendono velocissimi. Hanno un carattere docile, socievole e sono dei "chiacchieroni"».