Il Rossi raddoppia la raccolta differenziata

Studenti dell'istituto Rossi
Studenti dell'istituto Rossi
26.01.2018

Due giorni di analisi, approfondimenti e proposte sulla raccolta differenziata all’interno dell’Itis Rossi di Vicenza, sotto la guida dei tecnici di AIM Ambiente. E arriva la sorpresa: grazie all’impegno di tutti, alunni, docenti, personale amministrativo e Ata, l’istituto fa un balzo in avanti nella gestione dei propri rifiuti, raddoppiando quasi la qualità della raccolta. Infatti, rispetto allo scorso anno, l’indice di raccolta differenziata è passato dal 44,51% al 79,25%, con una contrazione anche dei rifiuti prodotti di 6 chilogrammi al giorno (da 32,8 a 26,5).

 

Martedì 23 gennaio, una trentina di studenti hanno infatti compiuto un’attenta analisi dei contenuti dei cestini, suddividendo i vari piani dell’istituto e valutando i contenitori del secco, della carta e della plastica. Con soddisfazione è emerso il significativo balzo in avanti della percentuale di rifiuti differenziati dalla numerosa comunità di studenti (1.200) e di adulti (300) che vive quotidianamente nell’Istituto di viale Gallieno.

Nella giornata di giovedì 25, poi, un altro gruppo di 15 alunni è stato impegnato nell’approfondimento dell’andamento della raccolta e della metodologia adottata nello smaltimento dei rifiuti. Come strumento, è stato adottato un questionario on line, predisposto da AIM Ambiente, che è stato somministrato dai ragazzi stessi ai loro compagni, al personale amministrativo e ATA, nonché ai professori. Tra gli argomenti, domande sulla storia e sulle modalità della raccolta differenziata, curiosità, ma soprattutto domande specifiche volte ad individuare la qualità percepita e quella reale della raccolta differenziata, di quella propria e di quella dei colleghi all’interno dell’Istituto. A partire da questi risultati, i ragazzi sono stati in seguito invitati dagli insegnanti e dai loro rappresentanti, ad individuare alcune proposte da portare all’Assemblea d’Istituto, per poi essere adottate dall’intera scuola.

 

«Si è trattato di una interessante iniziativa – ha dichiarato l’Amministratrice unica di AIM Ambiente Maria Menin -  che ha portato a produrre un importante risultato. In questi mesi, con il prezioso coinvolgimento di docenti, personale e ragazzi, abbiamo raggiunto una percentuale di raccolta differenziata altissima. È per noi gratificante osservare che l’impegno profuso nella formazione e nella sensibilizzazione anche tra i più giovani, porta a risultati stupefacenti».